Il corpo lo sa

Il corpo sa quando ha bisogno di piangere o di ridere, quando vuole un abbraccio o vuole stare in solitudine, quando vuole viaggiare o vuole essere stanziale, quando ha fame e quando ha sete e di cosa ha fame e di cosa ha sete, quando ha bisogno di un orgasmo o di una penitenza. Il corpo lo sa e non lo dimentica. Non te lo comunica, forse. Non dimentica nemmeno nella malattia, è solo la tua mente che non riesce più a leggerlo. E allora serve conoscerlo, quel corpo, serve che non si fidi delle interconnessioni nervose che a volte paiono funzionare come una lampada la cui luce va e viene ad intermittenza. Imparare a leggere il proprio corpo come uno spartito musicale, con il vantaggio che non è così difficile come quest’ultimo: ci sono poche regole e ben più spazio per le improvvisazioni. Inutile forzarlo. Gli si dia piuttosto l’agio di una torsione dolce e graduale, partendo dal bacino e voltandosi con la testa indietro, quasi come a voler fare retromarcia. La mente andrà incontro alle paure inconsce. Solo in quel caso potremo tornare a darle ascolto, fermo restando che è al corpo che ci rivolgeremo con la nostra preghiera laica, perché lui sa tutto quel che c’è da sapere su noi stessi.

Annunci
Categorie: Uncategorized | Tag: | 4 commenti

Navigazione articolo

4 pensieri su “Il corpo lo sa

  1. ¿Pero es el cuerpo el que dicta a la mente o la mente la que dicta al cuerpo, Alessandro? El cuerpo es solo el recipiente de las sensaciones y las necesidades que nacen en nuestro espíritu… Ese abrazo, esas lágrimas, esa soledad, no los pide tu cuerpo, los pide tu alma. El cuerpo no es la partitura musical, sino el instrumento para interpretarla

  2. Il corpo spesso manda segnali di richiesta.. a noi interpretarli in modo corretto!
    Bel post…

  3. Il corpo, se esageri, te lo dice, ma bisogna essere attentissimi all’ascolto. (ps. mi è sparito un tuo commento bellissimo a un mio post, quello della penna con lo zoom, per capirsi, dove si sarà dileguato? Resta la mia replica, ormai insensata, sigh…). Bacioni.

  4. Com’è vero. E quante volte lo ignoriamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: