Come un’oliva

Se è vero quel che dice il Talmud, che gli esseri umani sono come le olive e danno il meglio di sé quando sono schiacciati, allora proverò a lasciare che le parole scorrano mentre il tempo mi rincorre, stasera è la notte dei musei aperti e bisogna approfittarne, bisogna far presto perché il tempo è tiranno anche se molti dicono non esista affatto, la luna è quasi piena o si sta sgonfiando, nei giorni e nelle notti scorse non ero molto attento, facevo finta di prestare attenzione e poi galleggiavo in un fluido indefinito di ricordi, sensazioni, aspettative, ma ora sono attento e centrato e mi godrò la notte in cui la mia città metterà a disposizione di tutti i suoi tesori, alzerà il sipario e con sapiente gioco di luci riverserà la cornucopia della sua bellezza in una notte tersa e immota, il vento non si alzerà perché, complice, non vorrà disturbare la notte di quiete portando i miasmi della realtà quotidiana, i poco salutari effluvi di una città vessata dalla spazzatura e… il mio tempo è già finito, sono sicuro che andando avanti sarei giunto al cuore della questione, avrei visto me nel mio tempo e il mio tempo nella mia vita, necessariamente intersecati e dipendenti l’uno dall’altra, il tempo è già finito ma stasera non voglio sentirmene schiacciato. to be continued

Advertisements
Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: