2,5 ore di lavoro all’anno

Dice Tito Boeri nella parte centrale del suo articoletto uscito su Internazionale n. 888:

Questo tipo di ricorrenze (celebrazioni patriottiche), in sostanza, favorisce la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. Le ricostruzioni storiche e le celebrazioni rafforzano l’idea comune di futuro e l’identità nazionale. Ecco forse un tema su cui avremmo dovuto riflettere in vista del 17 marzo: come farne un elemento in cui gli italiani possano maturare un senso di comunità.

Ecco, mi pare, ma è solo un’impressione, che la riflessione ci sia stata solo per reazione a quella volontà disaggregante proveniente dalla Lega. Possibile che si debba provare a costruire qualcosa solo partendo dalla negazione dell’esistente, piuttosto che proporre positivamente un nuovo modello di sviluppo e convivenza sociale?

Annunci
Categorie: Riflessioni, Ritagli | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: